Le sostanze che si sviluppano durante le operazioni di ricircolo-rigenerazione e pulizia della plastica sono per lo più delle polveri unite ad un’elevata concentrazione di sostanze maleodoranti.
L’aspirazione viene eseguita mediante delle cappe/ prese o allacciando semplicemente le bocche delle macchine ad una condotta principale, la quale invia il flusso a delle batterie di cicloni di predecantazione.
Considerando la possibile aggressione chimica dell’inquinante, tutte le condotte vengono realizzate in acciaio inossidabile AISI 304/316. Successivamente il flusso viene inviato ad un filtro Pulse Jet a maniche per l’abbattimento delle polveri più fini, completo di maniche in polipropilene e scarico in automatico.
L’abbattimento degli odori viene affidato ad uno scrubber a triplo stadio (acido/basico/ossidativo) realizzato in materiale plastico, dimensionato in base alla tipologia e concentrazione delle sostanze odorigine. La gestione delle sostanze reagenti utilizzate per la neutralizzazione viene affidato ad un programma di supervisione e relativi sistemi di controllo del Ph e Redox. Come ultimo stadio e solo per particolari esigenze si prevede l’installazione di una torre statica a carboni attivi (rigenerabili), in grado di garantire un elevato adsorbimento delle rimanenti sostanze.